“YOU”: thriller social da brividi

Wow, davvero! “YOU” è un thriller social da brividi che racconta una storia horror sul potere pericoloso dei social, passando da momenti trash a momenti in cui ti penetra sotto la pelle e là rimane.

Non mi capita mai di sacrificare le ore della notte per guardare una serie TV, ma ieri mi è successo alla grande. Sono stata sveglia fino alle 4 del mattino (sono una pigra incredibile e vado sempre a nanna presto, perché sono uno zombie il giorno dopo senza le mie 8 ore di sonno!). Non riuscivo a disconnettermi senza prima aver visto cosa sarebbe successo alla fine!

“You” ti conquista da subito e, in un solo giorno, ho finito tutta la prima serie. Sono rimasta incollata allo schermo del mio portatile, imbalsamata per ore. Solo il fatto che la storia venga narrata dal “cattivo” della situazione mi ha affascinata e mi ha rapita, senza via di fuga. Conoscere i suoi pensieri contorti e il suo modo di giustificare i suoi crimini raccapriccianti è stato un colpo di genio dello sceneggiatore. Mi veniva la pelle d’oca ogni 5 minuti, soprattutto quando i ragionamenti del sociopatico in questione erano così ingegnosi da spingermi a simpatizzare per lui. Io che parteggiavo per un assassino: allucinante! Oppure quando il suo charme, la sua bonarietà esteriore e i suoi modi da bravo ragazzo mi catturavano, facendomi il lavaggio del cervello senza che me ne accorgessi.

L’uso dei social (soprattutto quando eccessivo) può diventare un’arma a doppio taglio, e in questa serie vengono esplorati a fondo i suoi lati più oscuri. In molti postano tutta la loro vita (spostamenti, amici, contatti privati ecc…) sui vari social, senza soffermarsi sulle eventuali conseguenze pericolose che potrebbero nascere dall’abitudine di spiattellare ogni minimo dettaglio della propria quotidianità a dei perfetti sconosciuti. La frase che mi ripetevano i miei genitori fin da piccola era: “Non parlare con gli sconosciuti”. Oggi lo facciamo senza pensarci su due volte, e con molta disinvoltura, senza riflettere minimamente sui potenziali rischi che corriamo.

L’altra tematica attuale che viene affrontata in questa serie è quella dell’amore che si trasforma in pura ossessione. Ma, in questo caso, viene affrontata da un punto di vista originale e autentico. Il protagonista crede di agire per proteggere la sua amata e non le vorrebbe mai recare danno. Al contrario, nella sua follia, è convinto di aiutarla.

Mi capita sempre più di rado di apprezzare così tanto un thriller, perché 9 volte su 10 sono per lo più scontati e raccontano storie fritte e rifritte, sfruttate fino alla nausea. Sono super soddisfatta di avere le occhiaie oggi: ne è valsa la pena. Non perdetevelo!

Volete guardare un thriller originale e raccontato dal punto di vista di uno psicopatico? “You” (“Tu” – Serie TV originale di Netflix) fa per voi. Eccellente!

YOU: THRILLER SOCIAL DA BRIVIDI

CLICCA QUESTO LINK PER LEGGERE LA MIA RECENSIONE SULLA SERIE “THE OA”

CLICCA QUESTO LINK PER ACQUISTARE UNA COPIA DEL MIO ROMANZO “I DESTINATARI” SU AMAZON!

Ciao a tutti e benvenuti! Io sono Elisa ☺️. Nella sezione "Chi sono" del menù troverete un sacco di info su di me. Un abbraccio e stay safe!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

en_USEnglish
%d bloggers like this: